GENERAZIONE VINCENTE NAPOLI BASKET, PRESENTATO L’AMMINISTRATORE DELEGATO ALESSANDRO DALLA SALDA: “PASSIONE ED ORGANIZZAZIONE PER FAR CRESCERE IL NAPOLI BASKET”.

Si è tenuta questa mattina al PalaBarbuto la Conferenza Stampa di presentazione del Nuovo Amministratore Delegato della Generazione Vincente Napoli Basket Alessandro Dalla Salda. Nel corso della conferenza sono intervenuti il Presidente Federico Grassi, il nuovo Vice Presidente Alfredo Amoroso ed il co-proprietario Francesco Tavassi.

Dichiarazione Presidente Federico Grassi:
“Abbiamo ritenuto che una persona come Alessandro Dalla Salda potesse essere la figura giusta per affiancare noi soci in una ristrutturazione societaria che servirà per arrivare a risultati diversi. La ristrutturazione sarebbe avvenuta anche in caso di retrocessione. Teniamo molti alla città di Napoli ed a fare qualcosa che possa fare del bene per tutto l’ambiente. Ci mettiamo il cuore, magari sbagliando. Confidiamo che l’arrivo di Dalla Salda possa aiutarci. Ringrazio Alfredo Amoroso, che diverrà Vice Presidente. Io resterò nel mio ruolo di Presidente. Per quanto riguarda la situazione palazzetto, stiamo portando avanti degli argomenti ma fin quando non ci sarà qualcosa di concreto è inutile fare programmi. Noi proviamo ad andare sulla sostanza, parlando di programmi su cose certe. Al momento ci si parla ma non c’è niente di concreto.”

Dichiarazione Vice Presidente Alfredo Amoroso:
“La parola chiave della giornata è Rafforzamento. Il nostro progetto sarebbe andato avanti anche in caso di Serie A2. Vogliamo partire da delle basi, affidandoci ad una persona seria, esperta, preparata che conosce questo mondo. Siamo uniti in questa decisione, non semplice da prendere, ma che rappresenta una grande prova di maturità per una società che punta al futuro che vedo assolutamente roseo. Abbiamo raggiunto un risultato importante come la permanenza in Serie A. Questa società vuole crescere oltre che sul campo anche come brand. Abbiamo attratto investitori e nuovi sponsor, avvicinando anche le nuove generazioni. C’ è una ritrovata voglia di basket in questa società, ed è un risultato importante che abbiamo raggiunto in questi 5 anni. Nei prossimi anni vogliamo continuare a crescere ancora. Vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla salvezza, gli sponsor, i nostri sostenitori, il club dei 100”.

Dichiarazione Co-Proprietario Francesco Tavassi:
“Oggi parte un nuovo ciclo della nostra società. Non possiamo parlare più di “lucida follia” dopo 5 anni. Abbiamo fatto sforzi enormi per riportare il basket che conta nella terza città italiana, abbiamo sofferto, come è giusto che sia, lottando per non retrocedere e ci siamo riusciti. Era giusto dopo 5 anni fare un passo indietro. Da Oggi le chiavi della società sono affidate ad Alessandro Dalla Salda, che si occuperà di tutto ciò che riguarda la società, dal lato sportivo a quello amministrativo. Ci siamo affidati ad un manager che crediamo possa portare risultati come il consolidamento della società. Abbiamo gestito questa società con notevoli investimenti, attraversando un periodo pandemico con tutto ciò che ne comporta dal punto di vista del pubblico e degli sponsor. Siamo felici di aver dato risalto alla nostra città anche nel basket, le istituzioni ci sono state vicine, abbiamo bisogno di poter avere concretamente aiuti da tutti”.

Dichiarazione Amministratore Delegato Alessandro Dalla Salda:
“Sono molto emozionato, ringrazio tutti coloro che sono qui. Il primo pensiero va ai soci, al Presidente Grassi, ad Alfredo Amoroso e a Francesco Tavassi. Ho capito subito lo spessore umano ed imprenditoriale delle persone con cui ho avuto a che fare. Iniziamo un progetto a medio termine. Il mio metodo è quello di organizzare la società in quattro aree, area comunicazione, commerciale/marketing fondamentale per sviluppare i ricavi specie in un mondo come quello della pallacanestro, area affari generali, che comprende area amministrativa e di segreteria, e l’area sportiva, divisa in settore giovanile e prima squadra. Avremo una sede sociale. Dalla prossima settimana inizieranno i colloqui individuali con tutte le persone che hanno contribuito al raggiungimento dei risultati degli ultimi anni. Il mio coordinamento su queste aree sarà totale. E’ una sfida che mi da grandi energie e stimoli, con prospettive importanti sul medio-lungo termine. Abbiamo un brand importantissimo, che rappresenta una città straordinaria. Dobbiamo sviluppare un progetto interessante ma ci sono basi molto importanti. Partiremo dalla struttura societaria, poi si passerà ad allenatore e giocatori. Punteremo a consolidarci nel primo anno, per arrivare poi fino al terzo anno con la speranza di poter portare finalmente Napoli in Europa. Ho visto da lontano la catastrofe che sta vivendo la mia regione, sono davvero dispiaciuto ma l’Emilia Romagna è una regione che saprà reagire alla grande. Napoli ha mostrato grande interesse su di me, dandomi un ruolo chiave, cosa non da tutti in questo periodo. La proprietà cercava una persona che coordinasse l’intera società, ruolo che svolgo con grande passione e spero competenza. La società deve essere al centro di tutto e ci vuole una figura che possa concentrarsi 24 su 24, 7 su 7. Abbiamo un Ds sotto contratto, Alessandro Bolognesi, con cui parlerò nei prossimi giorni. Ovviamente incontrerò anche Cesare Pancotto, persona che stimo tanto, e che ha ottenuto un risultato importante in questa stagione. Mi piace molto lavorare con il pubblico, con l’area comunicazione e marketing per creare eventi. Abbiamo bisogno di un bel pubblico, faremo tante iniziative ma c’è l’obiettivo chiaro di aumentare il ticketing anche dal punto di vista ricavi. Conosco il Presidente Grassi da almeno due anni, ci siamo confrontati sulle nostre esigenze e c’erano delle convergenze che ci hanno spinto, dopo la fine del campionato, ad iniziare un percorso insieme. Abbiamo individuato la Sede nella zona di Fuorigrotta, Area dello sport della città. Vogliamo un ufficio bello, funzionale, che dia la giusta immagine al nostro club. Io sono abituato a lavorare con poche persone. Vorrei asciugare la struttura attuale, con meno dipendenti e meno collaboratori. Credo tantissimo nel settore giovanile. Devo fare i complimenti alla società perché è riuscito a strutturare un settore giovanile importante in soli 5 anni. Vorrei creare una sinergia tra ciò che è stato fatto a Reggio Emilia negli ultimi anni. L’obiettivo, da qui a 3 anni, sarebbe avere un giocatore proveniente dal settore giovanile che possa far parte, concretamente, della prima squadra. Ovviamente ci sono dei tempi da rispettare. Lavoro con Passione, con il piacere di andare a fare questo lavoro. Ho grande rispetto delle regole e delle persone. L’organizzazione sarà la parola chiave del mio lavoro. Non ho la presunzione di conoscere Napoli e capirla subito. Ho bisogno di una mano per conoscere la Città, se riusciamo a convergere le mie caratteristiche con quelle napoletane potremo fare un grande Napoli Basket”.

Ultime News

Stefano Saccoccia, play classe 2006 della Generazione Vincente Napoli Basket,...

Gruppo che va, gruppo che viene! Si è conclusa la...

Sta per terminare una straordinaria prima settimana di Napoli Basket...

È ufficialmente iniziato il Napoli Basket Summer Camp, che anche...

La Generazione Vincente Napoli Basket comunica di aver sottoscritto un...

La Generazione Vincente Napoli Basket rende noto di aver risolto...