ASCOLTO E MILLE SOLUZIONI PER I CLIENTI, CIRO ASTARITA PRIVATE BANKER E’ BRONZE MEMBER DEL CLUB DEI 100.

La S.S. Napoli Basket comunica di aver sottoscritto un contratto di sponsorizzazione con Ciro Astarita Private Banker come Bronze Member del Club dei 100 del Napoli Basket per la stagione sportiva 2022-23.

Ciro Astarita è un private banker che da 23 anni si occupa di consulenze finanziarie e patrimoniali sia sugli immobili che sui possibili investimenti con un portfolio di clienti che vanta anche moltissimi giocatori e procuratori della pallacanestro di Serie A, oltre a diversi importanti partner che fanno parte del Club dei 100 azzurro.

La passione per il basket, vissuta in campo nel Napoli e ai tempi della Partenope accanto a campioni come Sbaragli e Ragazzi, lo porta ad avere una sensibilità particolare nei confronti degli atleta. La vita agonistica di un giocatore è, infatti, molto breve e le banche spesso affrontano questo aspetto in maniera superficiale. Con la consulenza di un private banker come Ciro Astarita invece seguiti, da ormai oltre 20 anni, a 360 gradi in qualunque problematica con massima dedizione. Come primo consulente in Campania di Fideuram-Intesa San Paolo Private Banking, azienda leader in Europa nel settore, ha una clientela molto varia che spazia dai singoli clienti che vogliono investire, ad imprenditori di grande livello, fino alle università. Un lavoro fondamentale, soprattutto in una fase critica come quella attuale, con alta volatilità del mercato e banche in difficoltà e costrette a ricevere solo per appuntamento. Il Private Banking di Ciro Astarita invece è sempre aperto e si prende cura dei clienti a 360 gradi, aiutandoli a costruire il futuro e realizzare i loro sogni.

Dichiarazioni di Ciro Astarita, Private Banker di Fideuram-Intesa San Paolo Private Banking:
“Essere sponsor del Napoli Basket è una scelta dettata dalla passione. E’ la terza volta che collaboro con la società sportiva. Ho giocato a basket in Serie C e vengo da una bellissima esperienza terminata purtroppo a 22 anni quando mi sono rotto i legamenti e non ho potuto più giocare. Così ho preferito andare all’Università e fare il lavoro che faccio oggi, seguendo anche le orme di mio padre. Il basket è uno sport che supportiamo e appassiona tutti in famiglia. Mio figlio, che ha 12 anni, gioca nella Stella Azzurra e si impegna tantissimo pure essendo troppo piccolo per pensare al professionismo. Oggi coltivo la mia passione supportando la squadra di Serie A Napoli Basket e aiutando i miei clienti, anche quelli che lavorano nella pallacanestro e quelli del Club dei 100, dei quali ormai sono diventato amico.”

Ultime News

Torna alla Fruit Village Arena la Generazione Vincente Napoli Basket...

La Generazione Vincente Napoli Basket ha partecipato questa mattina all’inaugurazione...

La Generazione Vincente Napoli Basket comunica che sono ancora in...

Estra Pistoia – Generazione Vincente Napoli Basket 81-76. (19-21, 20-19,...

La Generazione Vincente Napoli Basket partecipa ad una delle meravigliose...