Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Miwa Energia Benevento, domenica trasferta ad Acerra. 
 
I sanniti, impegnati sul difficile campo casertano, vanno sempre alla ricerca del primo posto in classifica
 
Continua l'inseguimento alla vetta della Miwa Energia Cestistica Benevento, che domenica alle ore 19.00, affronta in trasferta il Basket Acerra, nella gara valida per l'undicesima giornata del girone di ritorno del campionato di Basket di Promozione. 
La formazione giallorossa, reduce dalla netta vittoria di sette giorni fa, in casa contro il Succivo, 90-61 il punteggio finale, non è riuscita a riuscita a recuperare i due di svantaggio che la dividono dal primo posto in classifica, sempre occupato dal Sorriso Azzurro S. Antimo, che nel posticipo di mercoledì sul campo della Fortitudo Pozzuoli ha vinto con il punteggio di 58-66. 
La trasferta di domenica non sarà tra le più semplici per i ragazzi di coach Sorice che affronteranno una squadra che, con 22 punti, occupa il nono posto in classifica ed è ancora in lotta per la conquista dell'ultimo posto, il quarto, disponibile per l'accesso ai playoff. 
Per gli stregoni sarà fondamentale mostrare nuovamente lo standard di gioco che si è visto nella vittoria contro il Succivo, dove oltre alla prestazione da 34 punti di Pietro Iarriccio, ci sono stati altri tre atleti in doppia cifra, Zambottoli e Pepe 13 punti, Accettola 12 ed una difesa che stretta attorno al pivot Fabiano Romano ha concesso solo 61 punti alla squadra avversaria. 
La Miwa Energia Benevento vuole affrontare al meglio lo sprint finale di questo campionato di Promozione, caratterizzato dalla lotta a tre per il vertice della classifica, in cui i sanniti dovranno vedersela con Sorriso Azzurro, primi, e Lokomotiv Flegrea, terzi, per la conquista dell'accesso diretto in Serie D. 
Zambottoli e soci proveranno ad arrivare nella miglior posizione possibile allo scontro diretto contro la capolista Sorriso Azzurro, in programma alla Palestra Rummo di Benevento il 28 maggio, nella penultima giornata di campionato. 
Prima di questa super sfida si dovranno affrontare, dopo il Basket Acerra, il Flavio Basket Pozzuoli, domenica prossima in casa e l'Aics Caserta fuori casa. 
 
Classifica
 
Sorriso Azzurro Sant'Antimo 38
Miwa Energia Benevento 36
Lokomotiv Flegrea 36
Fortitudo S.Antimo 28
All Mix Basket 28
Pik And Roll Pozzuoli 26
AICS Basket Caserta 26
Nuovo Basket Marcianise 22
Basket Acerra 22
Fortitudo BK Pozzuoli 18
Basket Succivo 16
Pallacanestro Capua 14
Cus Napoli 14
Flavio BK Pozzuoli 14
Forio Basket 12. 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
CB Mondragone - Promobasket Marigliano  76 - 78
 
Parziali: (16-21; 36-39; 59-64)
 

La Promobasket Marigliano passa sul campo del Mondragone, chiude la serie 2-0 e porta così a casa una meritata salvezza.

Sul campo della scuola "Buonarroti" i ragazzi di coach Mimmo Napolitano hanno dovuto soffrire fino in fondo, con i padroni di casa che hanno cercato in tutti i modi di portare la sfida a gara 3, ma alla fine i mariglianesi sono riusciti ad avere la meglio.

De Biase e Gammella consentono subito al Marigliano di partire con le marce alte, ma gli ospiti non riescono mai ad imprimere veramente alla gara il loro ritmo ed allora Zevoli, ma soprattutto Napolitano, top-scorer della gara a quota 22, consentono ai casertani di restare sempre in scia.

Nella seconda metà dell'incontro è il pivot Formicola a togliere un bel po' di castagne dal fuoco alla Promobasket, non solo per i 20 punti messi a segno, ma anche per una continua e importante presenza sotto le plance, insieme agli under De Vita e Delle Cave.

Si arriva alla fine della partita praticamente in volata: Zevoli impatta con una tripla a quota 76, Gammella fa 1/2 dalla lunetta, sul secondo libero sbagliato è ancora Formicola ad arpionare il rimbalzo ed andare in lunetta per il fallo subito: l'1/2 del lungo mariglianese riporta il Marigliano a più due a cinque secondi dalla fine. Nel finale concitato gli uomini di coach Polverino sbagliano il tiro del possibile pareggio e la gara finisce qui: ha vinto la Promobasket che resta così in serie D.

A fine gara ecco coach Napolitano: “Sono contento della vittoria e della permanenza in serie D, soprattutto contento perchè eravamo molto stanchi mentalmente, questo fatto rappresentava un grosso pericolo se si fosse allungata ancora la serie. Devo ringraziare tutti gli atleti che hanno portato il loro contributo alla causa, il risultato è amplificato dal fatto che questa squadra all'inizio non era tale, si è amalgamata strada facendo anche fra mille difficoltà e risultati spesso non lusinghieri. Ci siamo compattati sempre più giorno dopo giorno ed infatti alle sole due gare vinte nel girone d'andata hanno fatto da contraltare gli otto successi del girone di ritorno; un gruppo di soli sei senior e otto under 20, che alla fine dell'anno sportivo hanno raggiunto un rendimento sempre più alto e buona affidabilità nel giocare e questo è stato forse il miglio risultato della stagione. Ringrazio i miei assistenti Pirozzi e Accurso, il dirigente Lo Regio e tutta la società che mi ha sempre supportato nel difficile cammino sportivo”. Ad maiora.

Mondragone: Napolitano 22, Zevoli 17, Borrelli 12, Rao 7, Lettieri 6, Marziali 6, Buonanno 4, Bianco 2. All.) Polverino

Marigliano: Formicola 20, De Vita 12, De Biase 12, Gammella 10, Liguori 9, Barrella 8. Delle Cave 6, Spera 1, Ascione n.e., Cipolla n.e.. All.) Napolitano

Arbitri: Petrillo e De Gennaro di Avellino

Usciti per falli: Borrelli (M), Spera

Nella foto Vincenzo Gammella

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La Free Basketball saluta Barbara Negri

 

Lala costiera costretta a lasciare per motivi di lavoro. Nellultima gara a Catania la sua migliore prestazione stagionale

 

La Free Basketball asd comunica che l’atleta Barbara Negri ha lasciato la squadra per improrogabili impegni lavorativi. Il presidente Antonio Prete, lo staff e tutte le giocatrici augurano le migliori fortune alla giocatrice costiera, una delle grandi protagoniste di questa stagione, ancora in corso. Emblematica l’ultima gara di Catania nella quale ha messo a segno il suo high di 32 punti (13/19 dal campo in 38’), condito anche da 11 rimbalzi, 3 assist, 4 recuperi e 6 falli subiti.

 

Questo il saluto del general manager Maurizio Prete: “Siamo dispiaciuti, ma allo stesso tempo contenti per il percorso lavorativo di Barbara. Nonostante l’annata sia proprio nel momento clou, siamo consapevoli che le scelte di vita vanno ben oltre la pallacanestro. Speriamo che questo sia solo un arrivederci”.

 

 UFFICIO STAMPA

FREE BASKETBALL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Cuore Napoli Basket - Pallacanestro Senigallia 82 - 74

Parziali: 26 - 14; 47 - 29; 64 - 53; 82 - 74.

Tiri liberi:
Napoli: 18/24;
Senigallia:11/21.

Comincia con una vittoria il cammino nei Playoff della Generazione Vincente Cuore Napoli Basket.
Una vittoria resa ancora più bella dalla presenza dei tifosi, venuti in massa per sostenere la squadra partenopea.
Una partita sempre condotta dagli azzurri, che per larghi tratti della partita hanno letteralmente dominato.
Coach Ponticiello parte con il solito quintetto titolare: Maggio-Barsanti-Mastroianni-Nikolic-Visnjic, mentre Coach Valli manda in campo: Maggiotto-Giampieri-Gnaccarini-Pierantoni-Fall.
Primo tempo segnato dalle triple di Barsanti e dai canestri e rimbalzi di Visnjic.
Gli ospiti sembrano crollare sotto i canestri dei padroni di casa, infatti all'intervallo i partenopei conducono di 18 punti.
Nel terzo quarto Senigallia entra in campo con un piglio diverso e grazie a Caverni, Gnaccarini e Pierantoni riesce a portarsi fino al -11.
Anche nell'ultimo quarto continua il buon momento degli ospiti, grazie alle triple di Giampieri, letteralmente infallibile dalla distanza.
Sul +1 Murolo però è freddissimo dalla lunetta, e Napoli riesce ad allungare sul +5.
A chiudere la partita però ci pensa Visnjic con un altro 2/2 dalla lunetta.
Finisce 82/74 per la Generazione Vincente Cuore Napoli Basket, che ora andrà a Senigallia con l'obiettivo di avanzare subito al turno successivo.

Tabellini:
Napoli: Visnjic 26, Barsanti 21, Maggio 12, Mastroianni 6, Murolo 6, Marzaioli 4, Matrone 3, Nikolic 2, Rappoccio 2, Ronconi.


Senigallia: Giampieri 19, Caverni 15, Gnaccarini 14, Pierantoni 10, Fall 6, Pietrini 5, Maggiotto 3, Bertoni 2, Del Torto n.e., Bergnesi n.e.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Brutto passo falso della Valdiceppo, che approccia male a questo primo atto della sfida salvezza con Isernia e perde insieme il primo confronto ed il vantaggio del fattore campo faticosamente conquistato nel corso della stagione regolare. Merito certo dei ragazzi di coach Sanfilippo che scendono in campo più determinati e trovano subito punti di rifermento molto chiari in Norcino e Patani, che attacca il ferro con straordinaria energia. Ma certo per i ponteggiani serata molto negativa, che costa un ritardo di 13 lunghezze già nel primo quarto. Da lì in poi è tutto in salita, la difesa avversaria toglie ritmo in attacco e la fretta di recuperare porta a peggiorare la situazione.

Il primo vero scossone per i padroni di casa arriva solo nel terzo quarto, quando capitan Casuscelli subisce uno sfondo e poi realizza cinque punti in fila riducendo lo scarto a meno otto  portandosi dietro tutto il PalaCestellini. Ma non è proprio serata, anche allungare la difesa su tutto il campo non porta a risultati importanti, ma anzi lascia spazi nei quali Gazineo e Triggiani sono bravi ad infilarsi. Sono i rischi di Gara-1 quando inevitabilmente la pressione è tutta sulle spalle della squadra di casa.

La Sicoma ci prova come sempre ma si ostina a cercare soluzioni perimetrali (tira 29 volte da tre e 28 da due), non ha la pazienza necessaria per mandare fuori giri la difesa avversaria e penetrare nell’area. Giovagnoli si mette in luce con i roll profondi, Meccoli si guadagna diverse gite in lunetta ma è troppo poco. Di fatto gli ospiti riescono con intelligenza a gestire il vantaggio accumulato nel primo quarto, impongono la loro fisicità con Patani protagonista e respingono sistematicamente tutti i tentativi della Valdiceppo di accorciare. La tripla di Melchiorri segna il più 14 che di fatto mette fine alle ostilità rimandando il conto a Gara-2 sul campo di Isernia in programma giovedì 4 Maggio alle 21.

Bisogna reagire in fretta, fare tesoro degli errori e giocarsi il tutto per tutto in trasferta per conquistarsi il diritto di tornare al PalaCestellini. I tre confronti disputati fino a qui dicono di valori tecnici non molto distanti, ma conta poco. I play-out sono un campionato parte: a fare la differenza sono motivazioni, fiducia e determinazione, gli equilibri possono saltare in un attimo e lo scenario cambiare di colpo. Non si molla.

Sicoma Valdiceppo – Il Globo Isernia 63-74
Parziali: 13-26, 16-15, 21-20, 13-13
Valdiceppo: Negrotti 7, Giovagnoli 6, Meschini 9, Meccoli 12, Casuscelli 8, Burini 3, Panzieri 10, Anastasi 3, Bracci 4, Banach 1. All. Pierotti
Isernia: Melchiorri 8, Gazineo 12, Patani 17, Norcino 17, Lenti Ceo 3, Triggiani 10, Smorra, Manetti, Serio 5. All. Sanfilippo.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
New Cap Marigliano - GS Minori  46 - 33
 
Parziali: (14-14; 20-22; 31-28)
 
Finisce con una vittoria il campionato di serie C per il New Cap Marigliano. Merola e compagne hanno battuto sul campo amico del Pala "Napoltano" il Minori in una classica partita di fine anno. Con questo successo le mariglianesi chiudono al quarto posto in classifica alla pari con la Juve Caserta ma per la migliore differenza canestri nello scontro diretto sarà la squadra di Terra di Lavoro a partecipare ai play off. Peccato perchè per il gioco espresso e per i valori visti il New Cap avrebbe sicuramente meritato l'approdo alla post-season. Gli ultimi 40 minuti sono stati poco più di un'amichevole, con le costiere scese in campo con solo 5 effettive ed il Marigliano che si è adeguato al loro ritmo blando. L'inizio è chiaramente di marca ospite (6-12) con Avellino, top-scorer dell'incontro a quota 14 in particolare evidenza. ampio spazio per tutte le effettive in casa New Cap ma fino all'ultimo intervallo le due squadre viaggeranno praticamente a braccetto con continui sorpassi nel condurre nel punteggio. Solo negli ultimi dieci minuti di gara le padrone di casa piazzeranno l'allungo decisivo grazie soprattutto ai canestri di Prezioso. Gli ultimi due punti della stagione li mette a segno Katiuscia Capua e fissano il punteggio sul 46-33 finale. Brave ragazze. 
 
Marigliano: Prezioso 13, Capua 9, Merola 5, Iorio C. 4, Liguoro 4, Coppola 3, Fico 2, Guerriero 2, Fusco 2, Iorio I. 2, Giugliano, Bonavolontà. All.) Caruso
 
Minori: Avellino 14, Bonito 11, Manzi 6, Scannapieco 2, Eufrate.
 
Arbitri: Romano di Volla (Na) e Sciopero di Somma Vesuviana (Na)
 
Uscite per falli: nessuna
 
Nella foto Guendalina Fusco, Emanuela Fico ed Adele Guerriero

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Super Givova Ladies, Catania spazzata via: è semifinale!

 

Dimenticato il -4 dell’andata. Negri straordinaria con 32 punti a referto. Coach Ottaviano: “Complimenti a tutti”

 

La Givova Ladies Scafati conquista la semifinale dei playoff nazionali battendo con un secco 49-79 la Rainbow Catania. Performance ai limiti della perfezione per capitan Scala e compagne, che vendicano nel migliore dei modi il -4 di sei giorni fa.

 

Inizio a dir poco strabiliante al PalaCatania per la Givova Ladies. Iozzino e De Michele dalla distanza tentano subito di creare separazione (4-8). Ma dall’altra parte Chiarella e Parisi rispondono per il 14-14-. La rabbia e la determinazioni delle ospiti è increbile. Un’irresistibile Negri spazza via le sue avversarie e scrive praticamente da sola un parziale di 13-0 (14-27), che manda in tilt le etnee. Solo l’ex Chiarella riesce a ridurre le distanze negli ultimi possessi (18-27). Nei secondi dieci giri di lancetta il leit motiv è sempre lo stesso. L’aggressività di Scafati propizia una miriade di palle recuperate e contropiedi. E’ così un gioco da ragazzi per Iozzino e Carotenuto andare a canestro (24-43). Coach Bruni cerca di fermare l’emorragia, ma nelle battute conclusive è ancora un’immensa Negri (24 in 20’) a fermare il punteggio sul 27-49 con cui si va al riposo.

 

Alla ripresa delle ostilità c’è sempre e solo una squadra in campo. Un gioco da tre punti di un’indemoniata Iozzino dilata ancora di più il gap (56-27). Ci pensa poi Negri a mettere il punto esclamativo con il suo trentesimo punto, che fissa emblematicamente il risultato sul 60-30. Poi sono un’energica Carotenuto e Favilla a far dilatare sempre più le distanze 36-68. Nell’ultima frazione di gioco per la Givova Ladies è solo pura accademia. La Rainbow cerca di rendere meno amaro lo scarto, ma Serra e Scala sono implacabili. E la sirena è dolce per Scafati.

 

Soddisfazione per coach Ottaviano. “Devo complimentarmi con le ragazze e lo staff per aver messo in campo il massimo dell’impegno. Un grazie anche ai tifosi che ci hanno raggiunto fino in Sicilia. Siamo contenti di aver raggiunto un altro traguardo importante”.

 

Adesso per la Givova Ladies Scafati ci sarà da affrontare Varese in un doppio confronto assai affascinante.

 

 

Givova Ladies Scafati-Rainbow Catania 49-79

Rainbow Catania: Parrinello 1, Spina, Magrì 1, Ferlito 8, Caruso 11, Bruno, Parisi 12, Marmo 2, Chiarella 12, La Manna 2, Patanè, Spampinato. All. Bruni

Givova Ladies Scafati: Sicignano, Iozzino 11, Busiello 2, Carotenuto 11, Favilla 5, Scala 6, Serra 5, Negri 32, De Michele 5, Di Michele n.e., Donnarumma n.e., Liuzzi 2. All. Ottaviano

Arbitri: Resca di Cento e Savelli di Cesenatico

 

Parziali: 14-27, 27-49, 36-68

UFFICIO STAMPA

FREE BASKETBALL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Pre-partita Cuore Napoli Basket - Pallacanestro Senigallia 

Dopo una stagione fantastica la Generazione Vincente Cuore Napoli Basket è pronta per affrontare la parte più importante della stagione, ovvero i Playoff.
La vittoria nella Coppa Italia di Bologna e il primo posto nel Girone C testimoniano quanto di buono fatto dalla squadra azzurra in questa stagione.
Ricordiamo la formula di questi Playoff, con il Girone C che si scontrerà con il Girone D, quindi Generazione Vincente Cuore Napoli Basket (prima nel Girone C) e la Pallacanestro Senigallia (ottava del Girone D) si affronteranno nei Quarti di Finale.
Le quattro che usciranno dai tabelloni A, B, C e D si affronteranno nella Final Four che sancirà le promosse in A2.
Conosciamo gli avversari che hanno chiuso la stagione con un record di 16 vittorie e 14 sconfitte. 
Le stelle della squadra sono:
Maggiotto: 20.2 punti e 6.5 rimbalzi di media;
Fall: 11.1 punti e 8.9 rimbalzi di media.
La forza dei partenopei sta invece nel collettivo, con Visnjic, Barsanti, Maggio, Nikolic e Mastroianni che hanno chiuso la stagione in doppia cifra di media.
Per tornare tra le grandi però serve tutto il sostegno possibile da parte del pubblico, e per questo vi aspettiamo domani alle ore 18:00 al PalaBarbuto:

Cuore Napoli Basket - Pallacanestro Senigallia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Miwa Energia Benevento, domenica riparte il campionato con la sfida contro Succivo.
 
La formazione giallorossa riprende il confronto a distanza con il Sorriso Azzurro S. Antimo per il primo posto in classifica.
 
Dopo una pausa di tre settimane, torna in campo, per una gara ufficiale, la Miwa Energia Cestistica Benevento, che domenica alle ore 19.00, alla palestra Rummo, affronta il Basket Succivo, nella gara valida per la decima giornata del girone di ritorno del Campionato di Basket di Promozione. 
La compagine beneventana, a sei giornate dal termine della stagione regolare, prosegue la sfida a distanza con Sorriso Azzurro S.Antimo e Lokomotiv Flegrea per la conquista del primo posto e della promozione diretta in Serie D.  
La classifica al momento vede il S.Antimo in vetta con 36 punti, la Miwa Energia e Lokomotiv a 34, con questi ultimi che devono ancora effettuare il turno di riposo. 
I sanniti, che hanno perso il primo posto a causa del l'inopinata sconfitta subita sul campo dell'ultima in classifica Ischia, possono e devono sfruttare il confronto diretto in casa contro Sant'Antimo, in programma alla penultima giornata. 
È inutile dire che, da qui alla fine della regular season, i ragazzi di coach Marco Sorice non possono più permettersi passi falsi, a partire dalla sfida di domenica contro il Succivo. 
La formazione della provincia di Caserta va affrontata con la massima concentrazione sin dalla palla a due, per evitare qualsiasi tipo di sorpresa negativa. 
In queste settimane di pausa, molti atleti giallorossi hanno potuto recuperare la forma migliore e tutto il gruppo degli stregoni, adesso, si appresta a vivere al meglio lo sprint finale di questo torneo di Promozione, caratterizzato da un grande equilibrio, soprattutto nelle zone alte della classifica. 
Gli arbitri della gara di domenica saranno i signori Troise e Graziano di Avellino, nel prossimo turno la Miwa Energia Benevento affronterà in trasferta il Basket Acerra, domenica 7 maggio alle 19.00. 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Finisce l'avventura della Promobasket
 
Si ferma al concentramento di Saviano l'avventura della Promobasket Marigliano nel campionato under 20. Inserita nello stesso raggruppamento della squadra di casa e del Meomartini Benevento la compagine mariglianese partiva con i favori del pronostico, se non altro perchè arrivava agli spareggi da vincitrice del proprio girone e con un invidiabile record di 17 vittorie ed una sola sconfitta ma i ragazzi di coach Mimmo Napolitano sono venuti meno sotto l'aspetto mentale, sbagliando completamente l'approccio alla gara inaugurale contro i padroni di casa e non riuscendo minimamente a reagire una volta andati sotto nel punteggio fino all'82-55 finale che comprometteva completamente la qualificazione. Ed all'inizio della seconda gara con il Meomartini la musica non cambiava, la Promobasket sembrava un pugile suonato come dimostra il 26-6 iniziale. Qualcosa poi è cambiato nella testa di Ascione e compagni che per i restanti tre periodi giocavano punto a punto con i sanniti cedendo poi per 72-54. Resta il grande rammarico perchè le finali di categoria erano alla portata ma va fatto comunque un applauso alla squadra per la gran bella stagione disputata. Per la cronaca è stato il Saviano a centrare il passaggio alle finali di categoria con la vittoria per 80'-75 nella gara decisiva del concentramento. Complimenti. 
 
Nella foto Alessandro Ascione