Cuore Napoli Basket, rescissione consensuale con Gennaro Sorrentino

La Generazione Vincente Sèleco Napoli comunica che in data odierna è stato rescisso il contratto che legava l'atleta Gennaro Sorrentino al club azzurro. La decisione è giunta al termine di una accurata valutazione da parte della società che ha trovato il consenso del giocatore. Nell'ottica di rinforzare la squadra con un profilo dalle caratteristiche diverse, il Cuore Napoli Basket augura le migliori fortune sportive a Sorrentino per il prosieguo di una ottima carriera.

11.01.2018 Ufficio Comunicazione Cuore Napoli Basket

 
Effettua una libera donazione al portale www.campaniabasket.it, con il tuo contributo potrai garantire l'aggiornamento continuo e l'arricchimento ulteriore di foto scattate sui campi di basket.

 

 Ora fase a orologio con un occhio allo spareggio interregionale

 

La squadra di coach Ottaviano ha sorpreso tutti. Il prossimo 5 marzo probabile sfida contro Sardegna 2

 

Con la vittoria sull’Olimpia Capri (57-49), la Givova Ladies Scafati ha concluso al secondo posto la regular season dell’under 20. Un traguardo tanto importante quanto inaspettato per il quintetto guidato da coach Nicola Ottaviano, che ha sorpreso tutti a suon di prestazioni maiuscole.

Capitan Sicignano e compagne sono state capaci di battere d’autorità per ben due volte Salerno Basket ’92, sfiorando anche il colpaccio tra le mura amiche contro le campionesse d’Italia di Battipaglia.

A partire da lunedì 22 gennaio prenderà il via la fase a orologio. Quattro impegni per decretare la classifica finale, prima di pensare seriamente allo spareggio che si terrà in Lazio (con sede da definire) il prossimo 5 marzo.

Attualmente la Givova Ladies Scafati dovrebbe affrontare Sardegna 2, posto ora occupato dalla Virtus Cagliari. In caso dovesse finire terza ci sarà, invece, da scontrarsi contro Civitanova Marche. Una sfida secca, che porterà la vincitrice a giocarsi la fase interzonale che si terrà dal 12 al 14 marzo in sede da definire.

Di seguito ecco il calendario della prossima fase a orologio.

Juve Caserta Academy-Givova Ladies Scafati 22/01 ore 20

Givova Ladies Scafati-Vomero Basket Napoli 29/01 ore 20,15

Givova Ladies Scafati-Salerno Basket ’92 5/02 ore 20,15

Treofan Battipaglia-Givova Ladies Scafati 12/02 ore 20,30

UFFICIO STAMPA

FREE BASKETBALL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA

 
Effettua una libera donazione al portale www.campaniabasket.it, con il tuo contributo potrai garantire l'aggiornamento continuo e l'arricchimento ulteriore di foto scattate sui campi di basket.

 

  •  
    Lorenzo Petrosino
  •  
    Effettua una libera donazione al portale www.campaniabasket.it, con il tuo contributo potrai garantire l'aggiornamento continuo e l'arricchimento ulteriore di foto scattate sui campi di basket.

     

Cuore Napoli Basket, il presidente Ciro Ruggiero scrive ai tifosi

Il presiente del Cuore Napoli Basket Ciro Ruggiero scrive ai tifosi.

Cari Tifosi, Vi scrivo nella consapevolezza che abbiamo lo stesso stato d'animo. Ho letto e sentito di tutto in queste ore, parole di sostegno e incoraggiamento, che mi danno la forza di andare avanti, critiche costruttive, che mi aiutano a ragionare, critiche distruttive e quasi compiaciute, che non mi sorprendono più ormai, ma oggi voglio scrivervi per raccontarvi, come sempre, la realtà dei fatti. Purtroppo il gruppo costruito quest'anno, sulla base delle indicazioni e con l’approvazione piena del Coach in primis e Staff tecnico ad oggi, al netto di una clamorosa serie di infortuni e di qualche episodio sfortunato, si sta dimostrando non adeguato al campionato di A2. Di questo mi assumo io la colpa, insieme con i miei dirigenti: abbiamo sbagliato ad avallare scelte tecniche e di giocatori rivelatesi alcune totalmente errate. Io, il mio vice, il DS, DG, il GM ed i miei collaboratori abbiamo mal riposto la Nostra fiducia e ora ne stiamo subendo le conseguenze. Mi dispiace soprattutto per Voi Tifosi, in particolare per quelli che non si limitano a qualche critica sui social network ma ci sono stati vicini ogni domenica al palazzetto.

La situazione di classifica attuale rende il mercato ancora più complesso. Carter, con insistenza, ha chiesto di andare via e non si è potuto non accontentare un giocatore che non voleva più rimanere a Napoli nonostante un contratto rispettato da ogni punto di vista: preferisco su questo punto fermarmi qui. E’ complesso perché, in questa situazione di classifica, che siano Coach o Giocatori, per venire qui a combattere, bisogna essere prima uomini e poi professionisti. E soprattutto i primi sono pochissimi.

Nonostante la precisione dei pagamenti abbiamo avuto molte risposte negative ( perché ultimi in classifica), ma non ci arrendiamo assolutamente. Stiamo portando avanti trattative a 360 gradi, per ingaggiare giocatori utili alla causa che per me, in questo momento è solo la salvezza. Non posso darvi nomi in questo momento, sarebbe del tutto inutile farli. Sappiamo dove tecnicamente bisogna intervenire, ma non possiamo dare certezze su chi verrà.

Noi andiamo avanti cercando delle soluzioni. Non faccio appelli ai Tifosi, Voi, più di me, sapete quanto è importante giocare in un palazzetto infuocato, ma so anche quanto sia difficile e non da tutti so sostenere la squadra nei momenti bui per cercare di realizzare questa impresa. Chi verrà vedrà una squadra lottare ed una società che dirà sempre la verità dei fatti. Fatti che mettono alla luce gli errori commessi, ma che non spiegano sufficientemente le mille difficoltà quotidiane di una città che non sempre in tutte le sue componenti e con i fatti dimostra di amare il basket. Ma io non cerco alibi.

Da comandante che non abbandona la nave, restero’ sempre a lottare fino all’ultimo istante possibile. Con l'aiuto di chi vorrà farlo proverò ad attraversare la tempesta senza smettere di cercare i marinai necessari all’impresa. Io continuo a crederci, lo devo alla Città ma soprattutto ai Tifosi che ci sono vicino e quegli Sponsor che continuano a sostenerci con grande Lealtà ed Amicizia.

Il vostro presidente-tifoso
Ciro Ruggiero

10.01.2018  Ufficio Comunicazione Cuore Napoli Basket

 
Effettua una libera donazione al portale www.campaniabasket.it, con il tuo contributo potrai garantire l'aggiornamento continuo e l'arricchimento ulteriore di foto scattate sui campi di basket.

 

CO.AD. Virtus Pozzuoli – Irtet Bk Casapulla 82-38

CO.AD. POZZUOLI: Orefice 8, Innocente 6, Longobardi 15, Dimitrov 15, Iaccarino, Caresta 10, Errico 21, Marchetti 2, Simeoli 2, Conforto 2, Ajayi 1. All. Serpico

BASKET CASAPULLA: Del Vaglio, Di Lorenzo 5, Guastaferro 15, Olivetti 9, Mastroianni, Tartaro ne, Delli Paoli ne, Damiano, Nacca 4, Avella, Lillo, D'Aiello 5. All. Monteforte

ARBITRI: Sacco e Astone di Salerno.

PARZIALI: 34-4, 47-15, 74-26.

Brutto tonfo dell’Irtet  Casapulla, che inizia col piede sbagliato il nuovo anno, venendo travolta 82-38 dalla corazzata Virtus Pozzuoli, seconda forza del torneo.

Al PalaErrico l’avvio dei gialloviola è da shock: 34-4 il primo periodo, con ben sei triple a bersaglio da parte dei granata. Pronti, via e subito Longobardi e Caresta (5 bombe in tandem nella frazione) bucano subito la retina dai 6,75 ed assieme ad un Errico immarcabile in vernice (doppia doppia da 21+15 per lui) segnano 28 dei 34 punti dei flegrei. Il Casapulla è intontito, non reagisce, spara a salve da fuori e trova la via del canestro solo con Di Lorenzo e Guastaferro, mentre sul fronte opposto anche Dimitrov è molto efficace. Il passivo alla prima pausa è di un trentello. Il copione non muta nel secondo quarto, anche se le percentuali dei padroni di casa stavolta scendono, complice anche una maggiore applicazione difensiva dei casapullesi, che riabbracciano dopo mesi l’ala Damiano. Nacca, D’Aiello ed Olivetti finalmente si iscrivono a referto, ma il duo Innocente-Errico in vernice è devastante e all’intervallo lungo si arriva con un distacco praticamente immutato (47-15 al 20’). Nella ripresa arriva il colpo di grazia dei puteolani: le triple di Orefice e Dimitrov (17 punti in coppia) dilatano ulteriormente il gap (74-26 al 30’), mentre i gialloviola vanno a bersaglio quasi esclusivamente dalla lunga distanza (siluri di Olivetti, Di Lorenzo e Guastaferro), evitando di stazionare nel pitturato. Il ritardo arriva anche a +50 nella frazione conclusiva, dove il Casapulla, oramai uscito dal match, lima giusto qualcosina con Guastaferro, l’ultimo ad arrendersi tra i suoi. Ora i casapullesi chiuderanno il girone d’andata contro il fanalino di coda (mai vittorioso) Neapolis Casavatore, un’immediata occasione di riscatto per Lillo e soci.

 

Michele Falco

Ufficio stampa Basket Casapulla

 
Effettua una libera donazione al portale www.campaniabasket.it, con il tuo contributo potrai garantire l'aggiornamento continuo e l'arricchimento ulteriore di foto scattate sui campi di basket.

 

Il Cuore Napoli chiude con una sconfitta il girone d'andata: la Viola passa 64-74

Inizia con una sconfitta il 2018 della GeVi Sèleco Napoli. La MetExtra Reggio Calabria espugna il Palabarbuto con il punteggio di 64-74. Privi di Basabe e con Vangelov e Sorrentino a mezzo servizio, gli azzurri chiudono il girone d'andata con due vittorie e tredici sconfitte.

Buono l'inizio di Napoli nonostante le ottime percentuali degli avversari. Nel secondo quarto il Cuore fatica a trovare la via del canestro e, guidata da Roberts, la MetExtra chiude con un parziale di 9-23 che manda le squadre all'intervallo sul 28-40. Napoli reagisce al rientro dagli spogliatoi grazie ad un ottimo Caruso, al suo esordio con la maglia azzurra. Nell'ultimo periodo la squadra di Russo arriva fino al -4 sul 58-60, ma la Viola trova il break decisivo che chiude la gara.

"Giocare senza Basabe e con Vangelov e Sorrentino che non si sono allenati per tutta la settimana, arrivati in condizioni precarie questa sera, non era per niente semplice - ha dichiarato Coach Russo in conferenza stampa -. Per noi è stata una settimana molto complicata. Nonostante tutto abbiamo messo in difficoltà Reggio Calabria giocando una buona partita. Abbiamo avuto un impatto notevole da Caruso, è un ragazzo molto intelligente che sa leggere bene la gara. All’inizio avremmo potuto essere più attenti e meno ingenui su Roberts. Nel nostro momento migliore c'è stata una chiamata arbitrale discutibile che ci ha tagliato le gambe. La Viola è una squadra molto datata sul piano fisico. Per le condizioni in cui eravamo credo che abbiamo fatto una buona partita".

Cuore Napoli Basket - Metextra Reggio Calabria 64-74 (19-17, 9-23, 20-16, 16-18)

Cuore Napoli Basket: Kerry Carter 19 (2/7, 4/11), Guglielmo Caruso 16 (6/7, 0/0), Stefan Nikolic 13 (6/8, 0/2), Bruno Mascolo 10 (3/7, 0/3), Mattia Mastroianni 2 (0/3, 0/2), Nikolay Vangelov 2 (1/3, 0/0), Matteo Fioravanti 2 (0/0, 0/2), Roberto Maggio (0/1, 0/1), Gennaro Sorrentino (0/1, 0/1), Alessio Ronconi, Vincenzo Malfettone ne, Melsahn Basabe ne
Tiri liberi: 16 / 23 - Rimbalzi: 35 12 + 23 (Guglielmo Caruso, Stefan Nikolic, Bruno Mascolo 7) - Assist: 13 (Bruno Mascolo 4)

Metextra Reggio Calabria: Chris Roberts 29 (3/4, 6/8), Andrew joseph Pacher 27 (8/13, 0/2), Riccardo Rossato10 (2/3, 0/1), Agustin Fabi 3 (1/4, 0/4), Lorenzo Caroti 3 (0/1, 1/4), Celis Taflaj 2 (1/1, 0/1), Patrick Baldassarre (0/3, 0/3), Marco Passera (0/2, 0/1), Lorenzo Benvenuti, Allen Agbogan.
Tiri liberi: 23 / 32 - Rimbalzi: 34 11 + 23 (Andrew joseph Pacher 14) - Assist:11 (Agustin Fabi 4).

07.01.2018 Ufficio Comunicazione Cuore Napoli Basket

 
Effettua una libera donazione al portale www.campaniabasket.it, con il tuo contributo potrai garantire l'aggiornamento continuo e l'arricchimento ulteriore di foto scattate sui campi di basket.

 

La Renzullo LARS Salerno vince anche il derby di ritorno e riprende la marcia verso i play off

Al PalaZauli il quintetto di coach Paternoster batte la Treofan Polisportiva Battipagliese per 62-68

 

La Renzullo LARS Virtus Arechi si aggiudica anche il derby di ritorno con la Treofan Polisportiva Battipagliese. La squadra del presidente Nello Renzullo, che si era imposta 71-61 al PalaSilvestri nella gara d’andata, espugna pure il PalaZauli (62-68 il punteggio finale). Il roster allestito dal diesse Pino Corvo (battipagliese doc, visibilmente teso ed emozionato) si è aggiudicato l’intera posta in palio al termine di una gara sostanzialmente equilibrata e che si è decisa in favore dei viaggianti nel terzo periodo, quando capitan Cucco e soci hanno piazzato un break al quale i padroni di casa non sono riusciti a rispondere. Coach Antonio Paternoster ha approfittato di una panchina più profonda per avere sempre forze fresche in campo ed ha alternato vari tipi di difesa in base alle esigenze del momento. Alla fine i blaugrana, che hanno portato come al solito in doppia cifra ben quattro elementi (Paci, Petrazzuoli, Di Prampero e Cucco) hanno ottenuto quello che volevano: la vittoria nella prima gara del girone di ritorno, per mettersi alle spalle lo stop di Palestrina e riprendere immediatamente la marcia. Di Capua e compagni, però, hanno avuto il merito, nonostante il divario in classifica tra le due compagini e l’assenza dell’infortunato Visentin sotto le plance, di non mollare mai e di tenere in vita la partita fino ai palpitanti secondi finali, prima di riconoscere l’onore delle armi agli avversari.

La gara si apre con un canestro di Norcino, in una delle rare circostanze in cui riuscirà ad eludere la guardia asfissiante di Cucco e Beatrice. E’ Babilodze, partito in quintetto, a pareggiare i conti, poi Paci dà il via al suo show personale (terminerà l’incontro con 18 punti all’attivo). Il team che coach Porfidia è riuscito a rigenerare nello spirito ancor prima che nelle gambe resta in scia con i liberi di Anumba (20 punti, miglior marcatore del derby alla fine). Il botta e risposta prosegue con i centri di Cuccarese e Leggio. Poi l’ultimo arrivato in casa Battipaglia, Kevin Cusenza, piazza una “bomba” sulla sirena che fa male alla difesa ospite. Dalla lunetta, però, i nuovi entrati Mennella e Bartolozzi ribaltano la situazione. Si va avanti tra sorpassi e controsorpassi fino al 16-15 con cui termina il primo quarto.

In avvio di secondo periodo trovano subito la via del canestro i soliti Anumba e Paci. La tripla di Filippi permette ai padroni di casa di allungare sul +4, ma Petrazzuoli risponde con la stessa moneta. Ancora una conclusione da fuori realizzata da Di Capua, ma la penetrazione di Di Prampero e il gancetto di Paci fanno sì che il punteggio torni in parità. Anche perché Norcino segna ancora da fuori, ma Di Prampero replica ancora dall’arco dei 6.75. Di Capua segna col fallo e realizza anche il tiro libero supplementare, Paci accorcia le distanze con due liberi. Sempre dalla lunetta Norcino e Leggio fissano il punteggio sul 32-31 con cui si arriva all’intervallo lungo.

La consueta strigliata di coach Paternoster negli spogliatoi sortisce gli effetti sperati. In avvio di ripresa in campo la Renzullo LARS Salerno mette un’intensità incredibile. Due canestri in fila di Paci regalano il massimo vantaggio (+3) ai viaggianti. Cusenza annulla la differenza con una “bomba”. Al parziale di 0-5 per Salerno firmato dalla tripla di Di Prampero e dal lavoro sotto le plance di Paci, la Treofan risponde con 5 punti consecutivi di Anumba. La penatrazione di Cucco e i tiri liberi segnati da Di Prampero e Bartolozzi portano la Virtus Arechi sul +6. Cuccarese firma un’azione da 3 punti (fallo e canestro), ma Paci e Bartolozzi fanno la voce grossa nel pitturato e portano i blaugrana sul +7. Federico accorcia le distanze da fuori, ma il fallo tecnico fischiato a Cuccarese permette ai viaggianti di allungare nuovamente con i liberi di Leggio che fissano il punteggio sul 46-53 con cui si chiude il terzo quarto.

Anumba non ci sta e si fa notare in avvio di quarto periodo riportando praticamente da solo i suoi fino al 53-53. Capitan Cucco non ci sta e piazza una “bomba” importante, Petrazzuoli sente che è il momento e fa altrettanto, quindi Leggio dal post alto e Paci in avvicinamento segnano i canestri del massimo vantaggio ospite (+10). Partita finita? Di Capua è di tutt’altro avviso e lo dimostra segnando 7 punti tutti d’un fiato, intervallati solo da un libero di Cucco. A 40 secondi dal termine il tabellone luminoso indica 60-64. Battipaglia ricorre al fallo sistematico, ma il team di coach Paternoster è estremamente lucida e precisa e riesce a portare a casa la vittoria col punteggio finale di 62-68.

Grazie al successo ottenuto a Battipaglia la Renzullo LARS Virtus Arechi Salerno sale a quota 24 punti e resta all’inseguimento della coppia di testa (Barcellona e Palestrina sono a quota 28) e nella scia di Valmontone (che ha vinto di misura a Cassino e resta a +2). Nel prossimo turno, in programma domenica 14 gennaio alle ore 18, la squadra allestita dal diesse Corvo riceverà al PalaSilvestri (palla a due alle ore 18) la visita della Dynamic Venafro (reduce dalla sconfitta casalinga per 70-88 con la Luiss Sport Roma).

 

TREOFAN POLISPORTIVA BATTIPAGLIESE vs RENZULLO LARS SALERNO 62-68

PARZIALI: 16-15; 16-16; 14-22; 16-15

Polisportiva Battipagliese: Anumba 20, Di Capua 15, Norcino 8, Cusenza 6, Santoro 4, Filippi 3, Cuccarese 3, Federico 3, Visconti ne, Volpe ne, Invidia ne, Urso ne.

Allenatore: Porfida.

Virtus Arechi Salerno: Paci 18, Petrazzuoli 11, Di Prampero 10, Cucco M. 10, Bartolozzi 8, Leggio 7, Babilodze 2, Mennella 2, Beatrice 0, Cucco A. ne, Datuowei ne.

Allenatore: Paternoster.

Arbitri: Spinelli e Doronin.

Note: usciti per raggiunto limite di falli Cuccarese (B) e Norcino (B).

                                                                                                                            

     Ufficio Stampa Virtus Arechi Salerno

       Michele Masturzo

          373/8224543

 
Effettua una libera donazione al portale www.campaniabasket.it, con il tuo contributo potrai garantire l'aggiornamento continuo e l'arricchimento ulteriore di foto scattate sui campi di basket.

 

    ozio_gallery_fuerte

    LA SACES MAPEI GIVOVA SI SPEGNE NEL FINALE: AL CARAVITA PASSA RAGUSA

    Ci sono le telecamere di SportItalia per questa prima partita del 2018 della Gu2to Cup, ed è big-match al Caravita tra la Saces Mapei Givova e la Passalacqua Ragusa. Nella Dike di Molino c’è il ritorno in campo di Chesta ad allungare le opzioni tattiche, ma manca il grande contributo di Dolson: il pivot americano ha deciso infatti di sfruttare l’opzione prevista nell’accordo di inizio anno che le consentiva di uscire dal contratto, per cercare dollari e fortune in altre leghe. Senza il pivot USA si preannunciava una partita oltremodo complicata contro una squadra che ha nella fisicità di Ndour e Formica una soluzione offensiva di primo livello.

    L’inizio gara è di marca biancoverde ed è la tripla di Soli a disegnare il primo mini-allungo ospite (2-6) al 2’. La Dike ha in Dacic e Gemelos due terminali particolarmente ispirati in attacco, ed è un’altra tripla, questa volta della guardia napoletana, a rimettere il punteggio in equilibrio (9-10). Harmon di forza sigla il primo vantaggio di casa a metà tempo (11-10), poi Ndour trova due ottime conclusioni in mezzo all’area che permettono alla Passalacqua di chiudere il quarto sul 13-16. Anche il secondo periodo si apre nel segno dell’equilibrio, e nonostante Ndour continui a fare male sotto le plance (17-22 al 12’), Gemelos trascina la Dike al nuovo pareggio a quota 24 appena due minuti dopo. Cinili pesca il piazzato del sorpasso, ma Miccoli regala ancora la parità alla Virtus a metà tempo (28-28) in una partita che non sembra riuscire a trovare un padrone. La Passalacqua pesca dalla panchina una Gorini subito pronta e riscappa nuovamente sul 30-34 (17’); niente di significativo perché il 2+1 di Cinili permette il nuovo equilibrio (35-36). Il tempo si chiude sul 37-40 grazie a Formica che approfitta di qualche disattenzione della difesa napoletana per appoggiare a canestro due semplici conclusioni. Del riposo lungo ne approfitta Dubi Dacic: il pivot che rientrava dopo un lungo stop è protagonista assoluta dei 5 punti che fissano il punteggio sul 44-42 (22’); poi ci pensa Harmon a metterne altri 5 per il massimo vantaggio del 49-42 al 25’. Ragusa ha nelle proprie straniere le soluzioni vincenti del meno uno (49-48); successivamente Gemelos sforna due triple dagli angoli ed è nuovo break Dike sul 55-51. Il terzo quarto termina 57-54 per merito delle solite Ndour ed Harmon, sempre più dominatrici dei rispettivi attacchi. A proposito di Harmon, l’avvio di ultimo periodo è segnato dalla sua classe: oltre a due fondamentali canestri ci sono le sue giocate difensive dietro al 65-57 del minuto 33, che concede alla Dike uno scatto importante nel punteggio. La panchina di Ragusa trova nel time-out gli accorgimenti giusti visto che il solito duo Ndour-Kuster costruisce il 7-0 che rimette le due formazioni nuovamente a contatto: 65-64 al 36’. Kuster un attimo dopo mette a segno anche il sorpasso (65-66) che una battagliera Gorini ritocca con due viaggi consecutivi ai tiri liberi: così quando mancano cinque minuti il tabellone recita 65-70! La Saces Mapei Givova perde confidenza col canestro in attacco, ed alla Passalacqua non sembra vero completare il 16-0 di parziale che ribalta inerzia e punteggio: 65-73 e mancano solo due minuti al termine della gara. Ci prova ancora Harmon a dare coraggio alle proprie compagne ed il suo canestro più supplementare seguito dal libero di Pastore, vuol dire nuovamente meno quattro (69-73). A questo punto Ndour suggella una prestazione eccellente mettendo a bersaglio anche la tripla che vale il 69-76 con cui si spengono i sogni napoletani. Finisce 70-76 una gara che rallenta la corsa della Dike al quarto posto nonostante l’ennesima grande serata di Harmon che chiude l’incontro con 28 punti e 31 di valutazione. Domenica prossima trasferta piena di insidie e stimoli per le ragazze di Molino: si va a fare visita alle prima della classe del Famila Schio.

    I tabellini. Saces Mapei Givova: Di Battista ne, Cinili 7, Pastore 4, Carta 4, Diene 0, Chesta 0, Harmon 28, Dacic 9, Gemelos 18, De Cassan ne. Passalacqua Ragusa: Consolini 2, Gorini 8, Spreafico 0, Formica 12, Rimi ne, Miccoli 5, Soli 6, Bongiorno ne, Kuster 20, Ndour 23.


    Ufficio Stampa e Comunicazione
    SACES MAPEI GIVOVA DIKE BASKET NAPOLI SSD ARL
    Via Argine Nord,927 – 80147 Napoli NA
    Tel: +39 0815619232
    Fax: +39 0815619232
    e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     
    Effettua una libera donazione al portale www.campaniabasket.it, con il tuo contributo potrai garantire l'aggiornamento continuo e l'arricchimento ulteriore di foto scattate sui campi di basket.