Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Venezia è Campione d’Italia, secondo posto per la Treofan Battipaglia

Ancora una volta una di fronte l’altra, ancora una volta lo stesso epilogo. Come accaduto nella scorsa stagione, anche quest’anno l’Umana Reyer Venezia supera nella finale nazionale under 18 femminile la Treofan Battipaglia.

Finale 1° e 2° posto: che sia una serata complicata allo Zauli per le padrone di casa lo si capisce dopo appena due minuti e spiccioli dall’inizio della sfida, la Reyer (priva di Pinzan) piazza infatti un break di 0-10 che costringe coach Dragonetto a richiamare subito la squadra in panchina. Ma questo non basta per invertire l’andamento. Le campionesse in carica fanno valere i maggiori centimetri nel pitturato, in casa Treofan spazio a Opacic nel quintetto iniziale, ma anche la qualità nel tiro sia dalla media che dalla lunga distanza. Di contro le lady, complice forse la tensione per l’appuntamento e la tristezza per la scomparsa della giovane battipagliese nonché amica Maria Rosaria Santese, non riescono di fatto quasi mai ad entrare in partita nel primo tempo. Ma lo sforzo fatto prima dell’intervallo lungo consente di vivere una ripresa differente, almeno fino al 35’. La Treofan tocca per un attimo anche il -8, ma la rimonta viene stoppata da una Reyer che torna a fare la voce grossa nel pitturato. E così al quarantesimo è grande festa, finisce 55-44.

Finale 3° e 4° posto: qui la festa è stata tutta del Giants Marghera, ma a differenza della finalissima in questo caso è toccato arrivare fino al 39’ per capire chi potesse far sua la medaglia di bronzo. Grande equilibrio, infatti, per tutta la durata dell’incontro, con Baldi da una parte e Fassina dall’altra principali protagoniste (46-40 il finale).

Premi individuali: il premio Treofan, main sponsor della PB63 e rivolto alla MVP del torneo, è stato vinto da Costanza Verona proprio della Treofan Battipaglia, Francesco Dragonetto (sempre di Battipaglia) è stato invece scelto come miglior allenatore, mentre Costanza Verona (Treofan Battipaglia), Silvia Pastrello (Rittmeyer Brugg Giants Marghera), Martina Fassina (Essegi Lupe San Martino), Sara Madera (Umana Reyer Venezia) e Lorela Cubaj (Umana Reyer Venezia) hanno formato il quintetto ideale dell’intera manifestazione.

TABELLINO FINALE 1°-2° POSTO

Treofan: Chicchisiola 6, Cremona, Verona 22, Codispoti ne, Scarpato 2, Trucco 4, Martines 3, Vella 3, Mattera, Fabbricini ne, Pastena ne, Opacic 4. Coach: Dragonetto

Umana: Coffau 10, Crovato, Cubaj 11, Smorto 9, Madera 15, Del Mas ne, Orvieto ne, Galazzo, Destro 4, Pinzan ne, Gulbe 6. Coach: Liberalotto

TABELLINO FINALE 3°-4° POSTO

ESSEGI S.MARTINO-RITTMEYER MARGHERA 40-46 (12-13, 20-23, 33-35)

Essegi: Meroi 2, Boaretto 6, Fassina 16, Brutto 4, Marcon ne, Nezaj, Profaiser, Peserico 4, De Grandis, Fietta, Milani 8, Vettore. Coach: Valentini

Rittmeyer: Zavalloni 3, N’Guessan ne, Toffolo 11, Margiotta ne, Barbato ne, Salmaso, Cecili 12, Gini, Pastrello 7, Vettori ne, Baldi 12, Fiorin 1. Coach: Iurlaro

Battipaglia, 20-05-2017

           Responsabile Comunicazione

Enrico Vitolo

392-0691410

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La Treofan di scena a Civitanova per il primo posto solitario

Menduto “Concentrati e consapevoli”

Ci sono partite e partite, la prossima che dovrà giocare la Treofan Battipaglia è una di quelle che ti può iniziare a cambiare la vita.

Sabato sera, palla a due alle 21:00, la squadra di coach Menduto sarà impegnata al Pal. Risorgimento contro i padroni di casa del Civitanova Marche, dopo due giornate della Fase Interregionale entrambe sono appaiate al primo posto a quota 4 punti. Ma da domenica la storia da raccontare sarà diversa, molto diversa. Soltanto una potrà godersi la vetta della classifica: “Effettivamente è una sfida che dirà molto in vista del proseguo, sapendo comunque che durerà complessivamente ottanta minuti (dopo una settimana ci sarà il ritorno allo Zauli, ndr) – dichiara alla vigilia Orlando Menduto – I primi quaranta saranno ricchi di contenuti emotivi, ma anche di grande intensità e di grande valore dal punto di vista tecnico-tattico in quanto Civitanova è una super squadra costruita con il dichiarato intento di vincere il campionato. Questo, però, non ci spaventa, siamo concentrati e consapevoli dei nostri limiti e dei nostri punti di forza. Il campionato regionale ci ha formati e ci ha insegnato a saper soffrire e soprattutto saper lottare”.

La gara di sabato sarà diretta sai signori Francesco Silvestro e Vladislav Doronin di Perugia, aggiornamenti costanti sui profili social della PB63.

Battipaglia, 19-05-2017

           Responsabile Comunicazione

 Enrico Vitolo

392-0691410

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Miwa Energia Benevento, sabato difficile trasferta a Caserta
 
I sanniti affrontano, nel pomeriggio odierno, l'Aics Caserta, quarta forza del campionato e sperano ancora nell'aggancio alla vetta
 
 
Difficile trasferta per la Miwa Energia Cestistica Benevento, che nella gara valida per la tredicesima giornata del girone di ritorno del Campionato di Basket di Promozione, affronta al palazzetto dello sport di Casapulla, palla a due alle 18.30, l'Aics Caserta. 
Sarà un turno molto delicato quello che attende i giallorossi, che si troveranno di fronte la quarta forza del torneo, una squadra che è in piena lotta, con Alla Mix Telese, Fortitudo Pozzuoli e Fortitudo Sant'Antimo, per la conquista dell'ultimo posto disponibile per l'accesso ai playoff promozione. 
Reduci dalla vittoria interna contro il Flavio Basket Pozzuoli, gli atleti giallorossi sperano di vincere per provare anche ad agganciare il primo posto in classifica, occupato sempre dal Sorriso Azzurro Sant'Antimo, prima dell'attesissimo scontro diretto in programma domenica prossima alla Palestra Rummo di Benevento. 
La settimana di lavoro per coach Sorice si è svolta con la solita regolaritá, a parte qualche problema fisico di alcuni atleti che potrebbero non essere della sfida stasera, ma l'intenzione è sempre quella di scendere in campo con la grinta e la concentrazione al massimo livello per affrontare nelle migliori condizioni una delle squadre più in forma del campionato. 
Ormai la stagione regolare della Miwa Energia Benevento è entrata nella fase decisiva, con sole tre gare da disputare, e Zambottoli e soci non hanno alcuna intenzione di mollare la presa per la conquista del primo posto in classifica e della promozione diretta in Serie D. 
Gli arbitri della sfida di questa sera tra Miwa Energia Benevento e Aics Caserta saranno i signori Cannoletta e Cesarano di San Nicola la Strada. 
 
 Classifica
 
Sorriso Azzurro Sant'Antimo 42
Miwa Energia Benevento 40
Lokomotiv Flegrea 38
Fortitudo S.Antimo 30
All Mix Basket 30
Pik And Roll Pozzuoli 30
AICS Basket Caserta 30
Nuovo Basket Marcianise 22
Basket Acerra 22
Fortitudo BK Pozzuoli 18
Basket Succivo 18
Flavio BK Pozzuoli 16
Pallacanestro Capua 14
Cus Napoli 14
Forio Basket 14.
 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Generazione Vincente Cuore Napoli Basket - Virtus Cassino 85 - 78

Parziali: 27 - 16; 50 - 29; 67 - 53; 85 - 78.

La Generazione Vincente Cuore Napoli Basket fa sua una Gara 2 dominata dal primo all'ultimo secondo della partita. 
Una partita che ha visto i partenopei fare la cosa che gli riesce meglio, giocare a basket, mentre gli ospiti molte volte hanno cercato di mettere fuori gioco i giocatori di casa.
Gli azzurri scappano subito nel punteggio, grazie anche a Visnjic e Mastroianni che si caricano la squadra sulle spalle.
Grande il contributo dalla panchina di Murolo e Marzaioli, i due Cestisti dal Cuore Azzurro ricoprono un ruolo fondamentale nell'allungo che sembra essere subito decisivo.
Al termine del primo tempo infatti i partenopei guidano di 21 punti nel punteggio concedendone solo 29 alla squadra ospite.
Nel secondo tempo la situazione non cambia, i padroni di casa continuano ad esprimere un bel basket, mentre Cassino continua a metterla sulla rissa. 
La Virtus si affida a Birindelli, che chiude con una prova da 25 punti.
La situazione sfugge di mano però per gli ospiti quando Sergio colpisce con una gomitata volontaria Andrea Barsanti, costringendo il numero 9 ad uscire dal campo.
"Il Barsa" inizia a perdere sangue, ma dopo le cure è pronto a tornare in campo, niente da dire, un vero guerriero.
Napoli però non molla e riesci a tenere Cassino a 15 punti di distanza, ed in questo momento della partita sale in cattedra il giovane Nikolic, che mostra nuovamente tutta la sua classe.
Gli ospiti nel finale provano il tutto per tutto, ma riescono solo ad accorciare.
Gara 2 è della Generazione Vincente Cuore Napoli Basket.
In doppia cifra per Napoli: Nikolic (17), Visnjic (16), Mastroianni (15) e Marzaioli (10).
Ora la serie si sposta a Cassino, dove servirà una vittoria a tutti i costi per ribaltare il fattore campo.

Tiri liberi: 
Napoli: 22/30
Cassino: 8/10

Tabellini:
Napoli: Nikolic 17, Visnjic 16, Mastroianni 15, Marzaioli 10, Murolo 9, Barsanti 9, Maggio 6, Matrone 3, Rappoccio, Ronconi.
Cassino: Birindelli 25, Petrucci 15, Bagnoli 13, Sergio 9, Panzini 9, Del Testa 7, Quartuccio, Marsili, Serra, Guglielmo n.e.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Generazione Vincente Cuore Napoli Basket - Virtus Cassino 69 - 72
 
Parziali: 17 - 15; 32 - 40; 52 - 58; 69 - 72.
 
Contro Cassino arriva la prima sconfitta dei Playoff della Generazione Vincente Cuore Napoli Basket che si arrende con il risultato di 72-69 in favore per gli ospiti.
Una partita che sembrava aver preso subito i binari della squadra azzurra, che nel primo quarto allunga subito nel punteggio.
Visnjic e Nikolic guidano la carica, mentre Cassino tiene botta con Panzini e Petrucci.
Il quarto decisivo però è il secondo, infatti gli ospiti mettono a referto ben 30 punti, il doppio di quelli partenopei, che si trova a rimontare 8 punti alla fine del primo tempo, per via anche della tripla da centrocampo allo scadere di Quartuccio.
A Cassino inizia a girare tutto per il verso giusto, non solo si sblocca Bagnoli, ma inizia ad entrare anche il tiro da 3.
Tiro da 3 che invece è nemico per la Generazione Vincente Cuore Napoli Basket, che chiuderà la partita con un pessimo 7/32 da 3.
Dopo il quinto fallo di Barsanti gli ospiti cercano più volte la fuga, ma Napoli non alza bandiera bianca nemmeno nel -11.
La partita sembra chiusa, ma i partenopei riescono a rifarsi sotto fino al -3.
Il tiro del pareggio se lo prende il migliore in campo della squadra di casa, ovvero Njegos Visnjic, ma la fortuna non premia i padroni di casa che cedono a Cassino in Gara 1.
In doppia cifra per Napoli: Visnjic (15), Nikolic (15), Barsanti (12), Mastroianni (11) e Maggio (10).
L'appuntamento ora è martedì, sempre al PalaBarbuto, per cercare di pareggiare la serie.
 
Tiri liberi:
Napoli: 20/27;
Cassino: 10/20.
 
Tabellini:
Napoli: Visnjic 15, Nikolic 15, Barsanti 12, Mastroianni 11, Maggio 10, Murolo 3, Marzaioli 3, Rappoccio, Ronconi, Matrone.
Cassino: Petrucci 16, Bagnoli 15, Sergio 13, Panzini 8, Del Testa 8, Birindelli 6, Quartuccio 5, Marsili 1, Guglielmo n.e., Serra n.e.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Continua l'imbattibilità per la formazione under 15 del Centro Basket Torre Annunziata che supera in rimonta un agguerrito Picentia e si qualifica per lo spareggio Gold regionale. Primi due quarti decisamente sotto tono per Antonio Cirillo e compagni che partono bene con un parziale di sette ad uno e poi smarriscono la via per andare a canestro a causa  di una zona molto chiusa da parte dei salernitani di Pontecagnano. I minuti trascorrono con gli azzurri ospiti che trafiggono più volte in contropiede i verdoni incapaci di trovare soluzioni valide ed inermi di fronte alle soluzioni offensive di Pepe che portava i suoi ad avere un vantaggio di diciotto lunghezze all'intervallo lungo. Il tempo di riordinare le idee ed il CBTA tornava in campo più determinato e voglioso di rimettere in piedi partita e qualificazione. Terzo quarto con Caiazzo, Di Paola e Saldamarco in cattedra, ma finalmente con una difesa che cominciava a funzionare e lasciava solo sette punti ai viaggianti. Si arrivava così all'ultimo periodo con il solito Pepe, ormai stremato, che si sobbarcava tutto il peso offensivo ed autore degli unici quattro punti del quarto, mentre per il CBTA si sbloccavano un pò tutti compresi  Giuseppe Stanzione e Manuel Esposito. Al termine della gara applausi per vincitori e vinti e testa a sabato 20 Maggio per l'andata dello spareggio Gold in quel di Afragola contro il Basket Casoria. Oggi è tempo di gara due valevole per l'accesso alla serie A tra il Cuore Napoli Basket e la Virtus Cassino. In gara uno sontuosa prova per l'oplontino Renato Quatuccio autore di una tripla da metà campo e di tanti minuti giocati con immensa maturità. Questa sera   si replica per dar vita al secondo match, una serie al meglio delle cinque partite che ha registrato una quantità di pubblico mai vista negli ultimi anni al Palabarbuto. C'è ancora tempo, dunque,prima di andare in vacanza in casa Centro Basket Torre Annunziata e ci sarà tempo e spazio per l'ormai storico Street Basket Village giunto alla sua diciannovesima edizione  che si svolgerà, come sempre, nel primo week-end di luglio.

Ufficio Stampa
Centro Basket Torre Annunziata

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Domenica sera si è svolta la cerimonia di apertura della Finale Nazionale

Il ritrovo in Piazza Aldo Moro, la sfilata per le vie del centro fino al Treofan Village allestito per l'evento, il saluto delle autorità e il giuramento delle atlete e degli arbitri sono i momenti che hanno aperto ufficialmente la Finale Nazionale Under 18 Femminile 2017, di scena a Battipaglia (SA) dal 15 al 20 maggio.

Le sedici squadre protagoniste del Trofeo dedicato alla memoria di Vittorio Tracuzzi si sono così raggruppate a pochi metri dal PalaZauli e dalla Tendostruttura, i due impianti nei quali si giocherà per il titolo di Campione d'Italia vinto lo scorso anno dall'Umana Reyer Venezia.

Presenti alla Cerimonia d'Apertura il sindaco di Battipaglia Cecilia Francese, l'Assessore allo Sport di Battipaglia Michele Gioia, oltre Consigliere federale Giancarlo Rossini e al presidente del Comitato Regionale FIP Campania Manfredo Fucile.

Quello che avrà inizio domani (ore 14 la prima palla a 2 delle 32 gare in calendario fino alla finalissima del 20 maggio) sarà il terzo evento giovanile femminile organizzato a Battipaglia, dopo la Finale Nazionale Under 19 del 2015 (vinta dalla Magika Castel San Pietro) e la Finale Nazionale Under 16 dello scorso anno (si impose il Giants Rittmeyer Marghera).

Tutte le partite delle Finali Nazionali 2017 sono in diretta streaming su fip.it/giovanile. On demand su megabasket.it.

Battipaglia, 14-05-2017

           Responsabile Comunicazione

Enrico Vitolo

392-0691410

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Si è concluso nella giornata di Pasqua il IX ‘Torneo delle Stelle’, manifestazione giovanile organizzata dalla ‘Fondazione 4 Stelle’, e attiva da oltre un quarto di secolo, dal ‘Trofeo Maggiò’ fino al ‘Ciuffando tra le feste’, e che ha visto la partecipazione di ben ventiquattro squadre provenienti da tutta Italia, suddivise nelle categorie 2003 e 2005. Ai nastri di partenza anche le formazioni del Basket Casapulla.

Gli Under 14 – inseriti nel girone 'Gianlu’ – hanno chiuso alle spalle della corazzata Petrarca Padova la prima fase, battendo la JuveCaserta 54-47 e cedendo nettamente ai veneti 33-103. Nei quarti di finale i giovani gialloviola si arrendono in volata al Porto S. Giorgio 59-52 e dicono addio alle semifinali, a cui accedono i marchigiani, i patavini del Petrarca, l’Olimpia Milano e il Vesevus Cercola. Negli spareggi di classificazione il Casapulla si arrende anche al Città di Caserta (39-55) e chiude al settimo posto, al pari della Pall. S. Michele Maddaloni. La vittoria finale va al Petrarca, che sconfigge il Porto S. Giorgio 73-42.

Salgono sul podio, invece, gli Esordienti dell’Apollo (i 2005) che chiudono in vetta il gruppo ‘Gianlu’, superando 31-24 il Porto S. Elpidio e 41-9 il BT Stabia Castellammare. Nei quarti i casapullesi hanno la meglio del CM2 Marcianise 39-18, ma il sogno s’infrange nel derby contro la Kioko Caserta, vittoriosa 23-33. Il terzo posto dei gialloviola è ex-aequo con il Città di Caserta, mentre la vittoria finale va al Kouros Napoli sul Kioko (51-33).

Come da tradizione non sono mancati momenti di aggregazione tra i partecipanti, con i classici banchetti a farla da padrone, ma anche il tour della Reggia di Caserta e la Santa Messa dell’Atleta nella giornata della Resurrezione, condivisione e fratellanza per tutti i giovani cestisti, le rispettive famiglie e le società tutte.

Michele Falco

Ufficio stampa Basket Casapulla

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Givova Ladies, il sogno A2 svanisce contro Varese

 

Scafati tiene botta solo un quarto. Busiello esce subito per infortunio. Si conclude una stagione straordinaria per capitan Scala e compagne

 

Termina contro Varese il sogno della Givova Ladies Scafati. Il team di coach Ottaviano perde 49-66 il ritorno dei playoff e conclude il campionato.

 

Al primo possesso offensivo la Givova Ladies perde subito per infortunio Busiello (proverà a rientrare senza successo). Entra così in campo Liuzzi, che trascina assieme a Scala le locali fino al 10-4, che costringe le ospiti al timeout. Di ritorno sul parquet è Bonfanti a ricucire lo strappo fino al -3 (13-10). Ma Scafati è carica al punto giusto e sempre con Liuzzi e Carotenuto fissa il punteggio sul 18-12 alla fine della prima frazione. Nei secondi dieci giri di lancetta le biancorosse cominciano ad entrare in carreggiata e raggiungono il pari a quota 20 con i canestri di Premazzi e Cassani. Scafati si smarrisce e cerca di aggrapparsi all’esperienza di Carotenuto. Ma dall’altra parte è ancora un’implacabile Cassani, ancora coadiuvata da Premazzi, a ribaltare l’inerzia fino al 26-33 con cui si torna negli spogliatoi.

 

Dopo la pausa lunga Varese decide di andare definitivamente in fuga con Michela Frantini e Luisetti che firmano il +14 (26-40). Scafati non sa più come replicare e scivola fino al -17 (30-47) con la chirurgica Premazzi e Susanna Frantini. Solo uno scatto d’orgoglio di Liuzzi e Iozzino consente a Scafati di andare sul 37-53 all’ultima sirena. Nell’ultima frazione in pratica non accade più nulla con Varese, che porta a casa la qualificazione.

 

Applausi a scena aperta comunque per capitan Scala e compagne, protagoniste comunque di una stagione davvero da incorniciare.

 

Emozionante il messaggio di coach Ottaviano al termine della gara. “In primis complimenti a Varese, al quale vorrei fare un grosso in bocca.al lupo per la finale. Poi vorrei dire grazie a a queste ragazze che hanno lottato con tutte le loro forze fino all’ultimo. Per noi va negli annali un campionato spettacolare. Abbiamo raggiunto gli obiettivi che ad inizio anno ci eravamo prefissati e quindi usciamo a testa alta. Per la società è stata un esperienza bellissima che ha arricchito ancora di più il nostro bagaglio. Sarà un’annata che non dimenticherò mai”.

 

 

Givova Ladies Scafati-Pallacanestro Femminile Varese 49-66

Givova Ladies Scafati: Sicignano, Iozzino 12, Busiello, Carotenuto 8, Favilla 5, Scala 6, Serra, Di Somma n.e, De Michele 9, Di Michele n.e., Donnarumma n.e., Liuzzi 9. All. Ottaviano

 

Pallacanestro Femminile Varese: Bonfanti 8, Luisetti 9, Pagano, Biasion 3, Rossi 4, Cassani 18, Premazzi 10, Sorrentino 2, M. Frantini 4, Quarantelli, S. Frantini 8, Colombo. All. Ferri

Arbitri: Caldarola di Ruvo e Palazzo di Campobasso

 

Parziali: 18-12, 26-33, 37-53

UFFICIO STAMPA

FREE BASKETBALL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Pre-partita Generazione Vincente Cuore Napoli Basket - Virtus Cassino

Dopo la vittoria nei quarti di finale contro Senigallia la Generazione Vincente Cuore Napoli Basket è pronta per tornare in campo. 
In semifinale gli uomini di Coach Ponticiello troveranno la Virtus Cassino, che ha superato dopo 3 gare San Severo. 
Le due squadre si sono affrontate già due volte in stagione regolare, ed entrambe le volte i partenopei sono riusciti a portare i due punti a casa.
Ovviamente i Playoff sono un campionato a parte, ma gli azzurri avranno dalla loro il fattore campo, grazie al primo posto della Regular Season.
Serie al meglio delle 5 gare, occorrono quindi 3 vittorie per approdare alla finale. Non finisce qui però, perché occorre passare anche per la Final Four (in caso di vittoria dei Playoff) per volare in A2.
Per gli avversari doppia cifra di media in questi Playoff per Bagnoli (15.7 punti) e Panzini (10.7 punti).
Ma tanti sono i giocatori da tener d'occhio nella squadra ospite, nell'ultima partita per esempio grande prova di Valesin, autore di 17 punti.
Nelle due partite contro Senigallia però Visnjic e Barsanti sono riusciti anche a fare di meglio: 21.5 punti di media per il Barsa e 20.5 per Njegos, che ha catturato ben 34 rimbalzi in 2 partite.
Insomma, tutto pronto per una serie ricca di emozioni.
Vi aspettiamo al PalaBarbuto, domenica alle 18:00.